Dis’cioles

Brut Nature

LA VIGNA

VITIGNI: Pinot Nero 100%.

ALTITUDINE: 400 m. s.l.m.

PARCELLE: Montecalvo Versiggia.

RESA PER ETTARO: 65 q.li.

TERRENO: marnoso, calcareo, argilloso.

DENSITÀ IMPIANTO: 4.400 ceppi/ha.

TERRENO: marnoso, calcareo, limo-argilloso.

SISTEMA IMPIANTO: Guyot.

VENDEMMIA: SA.

IN CANTINA

VINIFICAZIONE: pressatura soffice con rese molto basse.

PRIMA FERMENTAZIONE: lieviti autoctoni (mosto fiore).

RIFERMENTAZIONE IN BOTTIGLIA: lieviti selezionati.

AFFINAMENTO SUI LIEVITI: < 80 mesi.

RESIDUO ZUCCHERINO: < 1 g/l.

BOTTIGLIE PRODOTTE: 9.000.

IMBOTTIGLIAMENTO: SENZA SOLFITI.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Esame visivo

Fin dai primi riflessi cristallini il colore si rivela giallo paglierino.

La spuma intensa ed esuberante è accompagnata da un perlage molto sottile, continuo e persistente.

Esame olfattivo

La lenta evoluzione sui lieviti dona al naso un profumo complesso ed essenziale nella sua purezza: eleganti sentori di camomilla, i fiori di campo con accenti di acacia e ginestra si ampliano su note di nocciola fresca e mandorla.

Esame gustativo

In bocca esplode in tutta la sua elegante freschezza sottolineata da un’importante mineralità e accenni di mandorla amara.

ABBINAMENTI

VINO-CIBO

Reverso è verticale, franco, con una fresca acidità e con un perlage fine e vellutato; perciò, ti accompagnerà dall’aperitivo al dopo cena.

La fresca acidità e la mineralità accompagnano la salinità ed esaltano la sapidità di pietanze a base di pesce.

Puoi spaziare dalle ostriche ai crostacei crudi o appena scottati; dalle tartare di tonno a stupendi gamberi rossi siciliani crudi.

Ti riscalderà abbinato a zuppe a base di pesce come il cacciucco alla livornese o un cous cous alla trapanese.

Eccezionale nelle preparazioni in bianco dove viene esaltata la salinità marina del pesce, come nei classici spaghetti alle vongole o ai ricci di mare.

L’ottima struttura del nostro Pinot Nero accompagna egregiamente anche secondi di carne, come delle costolette di agnello, creando una piacevolezza di gusti.

La fresca acidità e il fine perlage gestiscono ottimamente la croccantezza di una classica cotoletta alla milanese e ne rinnovano la piacevolezza boccone dopo boccone.

Il suo nerbo e il sottile perlage ben si sposano con alcuni piatti speziati tipici della cucina cinese come l’Hot Pot o l’anatra laccata alla pechinese.

VINO – MUSICA

Informazioni per un corretto smaltimento.

Verifica le disposizioni del tuo comune.